San Ferdinando di Puglia

La fondazione della città fu fortemente voluta e realizzata nel 1848 da Ferdinando II re di Napoli, nipote di Ferdinando IV che nel 1770 impiantò sui terreni della regia Corte le colonie reali di Orta, Ordona, Stornara, Stornarella e Carapelle. Il progetto di fondazione in un certo senso conclude quel processo tutto illuminista basato sulle riforme agrarie e sociali e sulle imponenti opere di bonifica.

San Ferdinando fu fondata proprio per rendere produttive, con colture specializzate, grandi porzioni di terreni, precedentemente asserviti allo sfruttamento della pastorizia transumante e al tempo stesso per ospitare parte dei salinari che vivevano nella vicina città delle saline. Fu proprio il Re in persona a sottoscrivere il progetto e a porre la prima pietra di questa cittadina dall’impianto rigorosamente geometrico. Oggi naturalmente il carattere produttivo di San Ferdinando non è venuto meno: la produzione agricola si è altamente specializzata (le famose pesche e soprattutto il carciofo, per il quale si tiene qui un’importante fiera a livello nazionale), mentre l’impianto della città ha permesso un’evoluzione regolare e ariosa del centro abitato, nonché la creazione di un’area industriale votata prevalentemente alla trasformazione del prodotto alimentare.

Beni del SAC

Museo Civico
San Ferdinando di Puglia

Itinerario

Prenota subito un visita guidata e scopri l’itinerario

Autorizzo al trattamento dei miei dati personali

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.
Privacy Cookie
yoast seo premium free